Sostieni l’Associazione “Mamme oltre il Muro” con il tuo 5 per mille:

firma nella casella “sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” e scrivi il nostro codice fiscale.

98134010176

Posted by admin
Dated: 30th maggio 2010
Filled Under: Eventi
Comments: Post the 1st one!

Quando Dio creò la donna, era già al suo sesto giorno di lavoro. Un angelo apparve e gli domandò:

“Perché ci metti così tanto tempo?”

E il Signore rispose:

“Hai visto il mio progetto per lei?

Lei deve essere:

-         completamente lavabile senza essere in plastica

-         avere più di 200 parti mobili ricambiabili

-         poter funzionare con qualsiasi regime

-         avere un grembo che possa accogliere 4 figli contemporaneamente

-         avere un bacio che possa curare altrettanto bene un ginocchio sbucciato e un cuore spezzato

E lei farà tutto con solo 2 mani.”

L’ angelo si meravigliò delle qualità: “Soltanto 2 mani? Impossibile! Ed è soltanto il modello di base? E’ troppo lavoro per un giorno solo … Aspetta domani per completarla!”

Il Signore protestò: “Non lo farò. Sono così prossimo a terminare questa creazione che ci metto tutto il mio cuore. Lei si cura da sola quando è malata e può lavorare 18 ore al giorno.”

L’angelo si avvicinò un po’ di più e toccò la donna. “Tuttavia l’hai fatta così delicata, Signore!”

“E’ delicata” rispose Dio, “ma l’ho fatta anche robusta. Non hai idea di ciò che è in grado di sopportare o di ottenere.”

L’angelo domandò: “ Sarà capace di pensare?”

Dio rispose: “Non solo sarà capace di pensare, ma anche di discutere e di eseguire.”

L’angelo notò allora qualcosa e tendendo la mano, toccò la guancia della donna: “Signore, sembra che questo modello abbia una perdita.”

“Ti avevo detto che cercavo di mettere in lei molte cose. Non c’è nessuna perdita …. è una lacrima” corresse il Signore.

“A cosa servono le lacrime?” domandò l’angelo.

E Dio disse: “Le lacrime sono il suo modo di esprimere la gioia, la sua preoccupazione, la sua delusione, il suo amore, la sua solitudine, la sua sofferenza e il suo orgoglio.”

Questo impressionò molto l’angelo: “Sei un genio, Signore. Hai pensato a tutto. La donna è veramente meravigliosa!”

“Eh si! Le donne hanno delle energie che stupiscono gli uomini. Loro affrontano le difficoltà, risolvono i problemi gravi, tuttavia hanno felicità, amore e gioia. Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando hanno voglia di piangere, piangono quando sono felici e ridono quando sono nervose. Loro lottano per ciò in cui credono. Si ribellano contro l’ingiustizia. Non accettano un “no” come risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore. Si privano per mantenere prima la famiglia. Vanno dal dottore con un’amica che ha paura. Amano incondizionatamente. Piangono per i successi dei loro figli e gioiscono delle fortune dei loro amici. Sono felici quando sentono parlare di un battesimo o di un matrimonio. Il loro cuore si spezza quando un amico muore. Soffrono per la perdita di una persona cara. Senza dubbio, loro sono forti quando pensano di non avere più energie. Loro sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore infranto”

 

Non c’è dubbio, la donna ha un solo difetto:

“E’ che dimentica quanto vale”

 

Posted by admin
Dated: 7th marzo 2010
Filled Under: Eventi
Comments: 2 Comments

Non dire Padre
se ogni giorno non ti comporti da figlio.
Non dire Nostro
se vivi ogni giorno nel tuo egoismo.

Non dire che sei nei cieli
se pensi solo alle cose terrene.

Non dire sia santificato il tuo Nome
se non l’onori.

Non dire venga il Tuo Regno
se hai paura della morte.

Non dire sia fatta la Tua volontà
se non l’accetti quando è dolorosa.

Non dire dacci oggi il nostro Pane quotidiano
se non ti preoccupi della gente che ha fame.

Non dire perdona i nostri debiti
se conservi rancore per un tuo fratello.

Non dire non ci indurre in tentazione
se hai intenzione di continuare a peccare.

Non dire liberaci dal male
se non prendi posizione contro il male.

Non dire Amen
se non prendi sul serio le parole del Padre.

Posted by admin
Dated: 10th giugno 2007
Filled Under: Pensieri
Comments: Post the 1st one!

DIO SCEGLIE MOLTO ATTENTAMENTE LE MADRI DEI BAMBINI DISABILI

Molte donne divengono madri per caso, alcune per scelta, poche a causa di pressioni sociali, un paio per abitudine. Quest’anno quasi 100.000 donne diventeranno madri di bambini disabili. Vi siete mai chiesti come vengono scelte le madri dei bambini disabili?

In qualche modo mi pare dio vedere Dio osservare dall’alto la terra, mentre sceglie i Suoi strumenti di propagazione con cura e determinazione.

Mentre osserva, istruisce gli angeli che prendono nota in un grande registro:

“ARMSTRONG, Beth, figlio, Santo protettore Matteo…”

“FORREST Martori, figlia, Santa protettrice Cecilia…”

“RUDLEDGE, Carrie, gemelli, Santo protettore … datele Gerard, è abituato agli eccessi!!!”

Infine dice un nome ad un angelo e sorride: “A lei date un bambino disabile”

L’angelo curioso: “Perché proprio a lei Signore? E’ così felice!”

“Esattamente – sorride Dio – potrei dare un bambino disabile ad una madre che non sappia ridere? Sarebbe crudele!”

“Ma ha pazienza?” chiede l’angelo.

“Non voglio che abbia troppa pazienza, altrimenti annegherà in un mare di autocommiserazione e disperazione. Una volta superati lo shock e il risentimento se la caverà… L’ho osservata oggi, ha quella considerazione di se stessa e quell’indipendenza così rare necessarie per una madre. Vedi, il bambino che sto per darle ha il proprio mondo e lei dovrà farlo vivere nel suo mondo e non sarà facile.”

“Ma Signore, io penso che non sia nemmeno credente!”

Dio sorride. “Non importa, posso porvi rimedio. Questa è perfetta, è anche sufficientemente egoista.”

L’angelo sussurra: “Egoista? Ed è una virtù?”

Dio scuote la testa: “Se non potrà occasionalmente separarsi dal bambino non sopraviverà mai. Si, questa è una donna che benedirò con un bambino imperfetto. Lei ancora non lo sa, ma è una donna da invidiare. Non darà mai per certo ciò che le verrà detto. Non considererà mai un “passo” qualcosa di ordinario. Quando il suo bambino dirà “mamma” per la prima volta sarà presente ad un miracolo e lo saprà. Quando descriverà un albero o un tramonto al suo bambino cieco li vedrà come poche persone hanno visto le mie creazioni. Le concederò di vedere chiaramente le cose che vedo io: l’ignoranza, la crudeltà, il pregiudizio… le permetterò di passarvi sopra. Non sarà mai sola. Io sarò al suo fianco ogni minuto di ogni giorno della sua vita, perché lei starà facendo il mio lavoro.”

“E quale sarà il suo Santo protettore?” chiede l’angelo con la penna posata a mezz’aria.

Dio sorride: “Uno specchio le basterà!”

Emma Bombeck

Posted by admin
Dated: 10th aprile 2007
Filled Under: Pensieri
Comments: 4 Comments

Questa notte ho fatto un sogno.

Ho sognato che ho camminato sulla sabbia accompagnato dal Signore e sullo schermo della notte erano proiettati tutti i giorni della mia vita. Ho guardato indietro e ho visto che ad ogni giorno della mia vita, proiettati in un film, apparivano orme sulla sabbia: una mia e una del Signore.

Così sono andato avanti finchè tutti i miei giorni si esaurirono, allora mi fermai guardando indietro, notando che in certi posti c’era solo un’orma. Questi posti coincidevano con i giorni più difficili della mia vita: tutti i giorni di maggiore angustia, di maggiore paura e di maggiore dolore.

Ho domandato allora: “Signore tu avevi detto che saresti stato con me in tutti i giorni della mia vita ed io ho accettato di vivere con te, ma perché mi hai lasciato solo, proprio nei momenti peggiori della mia vita?

Ed il Signore mi rispose: “Figlio mio io ti amo e ti dissi che sarei stato con me durante tutta la camminata e che non ti avrei lasciato solo neppure per un attimo e non ti ho lasciato. I giorni in cui tu hai visto solo un’orma sulla sabbia sono stati giorni in cui io, ti ho portato in braccio.”

Posted by admin
Dated: 10th marzo 2007
Filled Under: Pensieri
Comments: 1 Comment